Francesco Floro Flores

La questione Napoletana

lug

28

La tangenziale di Napoli

Autore: Francesco Floro Flores

<!–[endif]–>Forse pochi lo sanno, ma la tangenziale di Napoli, credo abbia un primato mondiale: è l’unica strada cittadina, ad essere a pagamento. In effetti conosco la tangenziale di Genova, di Siena, di Torino e di Milano e di Bologna…

Nessuna di queste è a pagamento. Perchè Napoli lo è? Io non lo so, qualcuno di Voi lo sa? Come è possibile la nostra unicità ed il nostro primato. Potrebbe essere interessante intorno al tema darsi un po’ tutti da fare per comprendere il mistero Tangenziale. Magari ce lo auguriamo, la ragione è giusta. Il pagamento è dovuto.
Sì, ma se così è, perchè torturare i napoletani, dopo averli mortificati al pagamento, e costringerli a file interminabili. La tangenziale costa ai Napoletani circa un’ora in più al giorno, per raggiungere il proprio posto di lavoro. A chi la utilizza con maggiore frequenza molto di più. Si potrebbe più semplicemente tassare in modo sobrio, con una sovrattassa minima i napoletani residenti nel comune, (una tantum all’anno) ma lo estenderei alla provincia, e con telepass dedicati consentire il traffico veloce senza sosta. Mettere una sovrattassa a chi viene dall’esterno città (una sorta di tassa all’ingresso, che compenserebbe lo sconto fatto  ai napoletani).

Rimarrebbe comunque ingiusto, ma almeno ci libererebbe dalle torture della coda, che in termini di tassa quotidiana costa molto di più. E libererebbe tante risorse (dipendenti della tangenziale) che si potrebbero dedicare a lavori più interessanti, soprattutto per loro stessi.

Spero che su un tema semplice, del genere, possa sentire voci costruttive e propositive che consentano, prima di capire e poi di agire.

Un Commento

Il perche’ la tangenziale di Napoli si paghi, penso possiamo immaginarlo tutti. Cmq ora e’ stata anche classificata come “autostrada”!
In realta’ andrebbe, come qui’ descritto, modificato il sistema di pedaggio, mettendo dei caselli solo all’ingresso del tratto cittadino (Agnano e Capodichino), fecendo cosi’ due operazioni contemporanee:
1) deterrente ad utilizzare l’auto per entrare in citta’
2) liberalizzazione delle uscite cittadine per evitare le code ai caselli intermedi

Commenta articolo